Cosa fare se l’assegno è "scoperto"

L’assegno bancario, così come la cambiale è considerato dalla legge un titolo esecutivo (R.D. n. 1736/33, art. 55). Nella pratica, questo comporta che nel caso in cui il credito non venga pagato alla data indicata sull'assegno, è possibile procedere direttamente all'esecuzione forzata. Generalmente, l’Avvocato dopo aver inviato un sollecito di pagamento mediante una raccomandata e questa non abbia avuto seguito, può procedere alla redazione di un precetto, ossia un’intimazione ad adempiere notificata al debitore. Se il pagamento dell’assegno non avviene nemmeno in questo caso entro il termine stabilito, si potrà procedere al pignoramento ed alla vendita forzata dei beni del debitore.